Basta tirare: Xiaomi ha sviluppato una fotocamera frontale a scomparsa manuale

La volontà delle aziende di rendere gli smartphone completamente full-screen ha dato vita a molti interessanti spunti tecnici

soluzioni, a partire dai buchi nello schermo efotocamere frontali sotto lo schermo e terminano con moduli pieghevoli e retrattili. E sebbene non abbiamo riscontrato alcuna critica massiccia sull'affidabilità di quest'ultimo, produttori come Xiaomi e OPPO per qualche motivo li hanno rapidamente abbandonati e molti hanno già dimenticato che una volta esistevano modelli come Redmi K20 (Mi 9T) o OPPO Reno o Reno 2.

Tuttavia, Xiaomi continua a non lasciare speranzeun giorno per tornare su questo concetto, come testimonia un brevetto depositato di recente. In esso, il produttore descrive un design fondamentalmente nuovo di una fotocamera frontale retrattile, che non richiede un motore elettrico: l'utente stesso proporrà invece la fotocamera. Ciò avverrà semplicemente spostando l'interruttore all'estremità del case, che, tramite ingranaggi, farà muovere il modulo.

Apparentemente, un tale progetto è consideratopiù affidabile e/o compatto, perché implica un'implementazione puramente fisica senza la necessità di un azionamento elettrico. Se questo brevetto arriverà all'incarnazione fisica, purtroppo, non è noto.

    © Vladimir Kovalev.

    Proveniente da gizchina.com