Gli scienziati di Stanford hanno creato uno schermo termico per dispositivi elettronici con uno spessore di 10 atomi

La nuova invenzione proteggerà gli utenti e i componenti sensibili al calore di laptop e telefoni.

Tale decisione può rendere l'elettronicapiù compatto che mai. L'eccessivo calore generato da laptop, telefoni e altri dispositivi elettronici non solo causa inconvenienti, ma può anche portare a malfunzionamenti o addirittura all'esplosione di una batteria al litio. Gli ingegneri ricorrono all'uso di plastica, vetro o persino aria per proteggere componenti come i microprocessori dal surriscaldamento.

Di recente, ricercatori di StanfordGli studenti universitari hanno dimostrato che una coppia di strati di materiale ultrasottile montati sopra una fonte di calore fornisce un isolamento paragonabile a una lastra di vetro 100 più spesso. Questa tecnologia consentirà agli ingegneri di creare dispositivi estremamente compatti.

"Guardiamo il calore nell'elettronica da una prospettiva completamente diversa", afferma Eric Pop, professore di ingegneria elettrica.

Stanford dice che il calore è suonocreato da elettroni in una collisione con atomi di un conduttore. Tuttavia, non possiamo sentire questo suono perché il nostro orecchio non è in grado di captare tali frequenze. Ma un suono simile può essere sentito - ed è così familiare per noi calorosamente.

Pensieri in calore come una forma di suono portatoricercatori ai principi del mondo fisico. Durante il suo periodo da DJ alla radio, Eric notò che l'insonorizzazione dello studio è fornita da vetri spessi. Tuttavia, questo approccio nell'elettronica (attualmente utilizzato, tra l'altro) annullerà gli sforzi degli ingegneri per rendere i dispositivi più sottili. I ragazzi di Stanford sono andati dall'altra parte e hanno preso l'idea dai costruttori: le finestre di plastica sono strati d'aria tra strati di vetro di diversi spessori, che rendono le case più calde e forniscono isolamento acustico.

Materiali atomicamente sottili - relativamente nuoviinvenzione. Gli scienziati sono stati in grado di separare alcune sostanze in strati così sottili solo 15 anni fa. Il team di Stanford ha creato un isolante termico a 10 atomi fatto di grafene (carbonio sottile-fine) e altri tre materiali simili. Nonostante il loro spessore, tali isolanti assorbono in modo molto efficiente l'energia termica che li attraversa.


Immagine ingrandita multipla dello schermo termico

Non rimane molto: gli scienziati devono trovare un modo per produrre in serie tali materiali e integrarli nei componenti elettronici in fase di produzione.
Inoltre, il team ha fissato un obiettivo da imparareper controllare le vibrazioni nei solidi nello stesso modo in cui controlliamo la luce o l'elettricità in questo momento. Parlano persino di creare una nuova scienza: la fononica. La parola è di origine greca ed è una miscela di parole telefono, fonografo e fonetica.

Con un adeguato sviluppo, questa tecnologia potrebbeimpatto incredibilmente forte su tutto il nostro mondo e non solo sull'elettronica. Un buon isolamento termico è utile nei motori, nell'estrazione di risorse minerali e persino nell'ingegneria pesante.

fonte: Notizie di Stanford