L'efficienza del lavoro dei radiologi è stata valutata utilizzando il monitoraggio del movimento oculare

Ricercatori dell'Università di Innopolis, dell'Università medica statale di Kazan e

L'Università di Copenaghen ha mostrato comeLa fatica influisce sulla qualità dell'analisi a raggi X. L'identificazione tempestiva dei segni di stanchezza aiuterà a collegare il sistema di intelligenza artificiale come una "seconda opinione".

In un esperimento descritto in un articolo sul Journal ofDigital Imaging, hanno partecipato quattro radiologi praticanti con esperienza professionale da tre a 30 anni. Durante lo studio, gli scienziati hanno registrato come si muove lo sguardo del medico durante lo studio di una radiografia. L'analisi primaria mostra quanto tempo impiega lo specialista per valutare l'immagine e quali aree attirano l'attenzione del medico. Ulteriori analisi utilizzando l'intelligenza artificiale hanno rivelato modelli chiave.

Posto di lavoro di un radiologo dotato di un sistema di tracciamento oculare per condurre un esperimento. Immagine: Università di Innopolis

Ai radiologi è stato chiesto di analizzarne 400immagini degli organi del torace su un dispositivo speciale con un sistema aggiuntivo installato per il tracciamento oculare. Un algoritmo sviluppato presso l'Università di Innopolis basato su un'architettura modificata della rete neurale U-Net ha identificato il contorno dei polmoni sulle radiografie del torace e ha misurato l'area dell'immagine del polmone che il medico ha guardato.

In media, i radiologi hanno esaminato dal 55 al 65% diarea polmonare ai raggi X. L'esperimento ha mostrato che più immagini i medici interpretavano, più piccola era la parte dei polmoni che coprivano con uno sguardo, e il radiologo più esperto con trent'anni di esperienza dimostrava la più piccola area di copertura dei polmoni con uno sguardo.

Ilya Pershin, Ingegnere di ricerca, Laboratorio di Intelligenza Artificiale in Medicina, Università di Innopolis

Lo studio ha rilevato che per ogni 100delle immagini studiate, l'area della radiografia, a cui il medico presta attenzione, è diminuita in media dell'1,3-7,6%. L'effetto della fatica sull'analisi a raggi X è stato osservato in tutti i medici e varie patologie nelle immagini, ma in modi diversi: in presenza di segni di alterazioni pericolose, anche i radiologi “stanchi” hanno studiato le immagini con maggiore attenzione.

Un esempio di valutazione delle aree su cui erano fissi gli occhi dei medici. Immagine: Università di Innopolis

Gli autori dello studio notano che i mancantila patologia nella foto è uno degli errori medici più comuni dei radiologi. Comprendere come la fatica e altri fattori influenzano la qualità dell'analisi delle immagini aiuterà a ottimizzare i sistemi di intelligenza artificiale per l'analisi delle immagini e supporterà i radiologi con maggiori informazioni per fare una diagnosi accurata.

Leggi di più:

Viene svelato il mistero delle strisce rosse sul satellite di Giove

Emicranie e mal di testa hanno trovato una nuova spiegazione

Trovato pianeta "impossibile". Sfida la scienza moderna