Sono stati trovati i resti della lucertola più antica, che ha 25 milioni di anni. Questo è un nuovo tipo

Scienziati in una spedizione in un grande lago salato interno nel 2017 hanno analizzato i resti

trovato nei sedimenti della formazione Namba. Di conseguenza, gli scienziati hanno identificato un nuovo minuscolo scinco, l'antenato della famosa lucertola australiana.

Nuove specie presentate in un articolo per la rivista R.oyal Society Open Science, descritto come il più antico d'Australia.Skink Proegernia mikebulli ha più di 25 milioni di anni. Paleontologi e volontari della Flinders University e del South Australian Museum hanno trovato i suoi resti in un ricco fossile nel lago Pinpa.

Seguendo la costa frastagliataSalt Lake, il team si è stabilito su una sezione di sedimenti dove in precedenza erano stati trovati i resti fossili degli antenati del koala, un uccello rapace, e frammenti di tilacino. Nelle vicinanze sono stati trovati anche resti di pesci preistorici, ornitorinchi, delfini e coccodrilli.

L'entroterra australiano un tempo verdeggiantesono considerati la culla della fauna unica dell'Australia e, in particolare, della sua diversità di rettili. Tuttavia, le lucertole fossili sono spesso troppo piccole per essere riconosciute sul campo. I loro teschi sono costituiti da oltre 20 ossa separate, che vengono tutte esfoliate quando fossilizzate.

La scoperta di minuscoli fossili, ha dettoLe lucertole su un'area delle dimensioni di un milione di campi da calcio sono state rese possibili grazie alla comprensione della geologia della regione e alla selezione accurata di tutti i campioni per la ricerca di laboratorio.

Quando i ricercatori hanno inserito il fossileun albero evolutivo di lucertole, è stato rivelato che è uno dei primi membri della sottofamiglia australiana degli scinchi Egerniinae, un gruppo che ora include i bluetongues, le lucertole assonnate, i cefali e gli scinchi spinosi.

La lucertola recentemente descritta Proegernia mikebulliprende il nome dal defunto professore della Flinders University Mike Bull, scomparso improvvisamente alla fine del 2016. La sua carriera di ricercatore, il professor Bull, si è concentrata sugli scinchi della sottofamiglia Egerniinae, sul loro comportamento, sui parassiti e sulla conservazione.

Leggi di più

Aborto e scienza: cosa succederà ai bambini che partoriranno

Animali sconosciuti che assomigliano a spugne trovate nel ghiaccio dell'Antartide

Guarda un'immagine di 8 trilioni di pixel di Marte