Virus nel cinema: quali film sono stati girati sulle epidemie e quanto sono veri

Ci sono molti film epidemici spettacolari, ma la maggior parte riguarda virus immaginari. Pochi

chi osa parlare di malattie reali.Ci sono molte insidie: puoi sbagliare fatalmente nei fatti o influenzare l'opinione pubblica. Tuttavia, ci sono diversi film, la cui trama è costruita attorno a una vera malattia provocata da un certo virus. Quindi quali virus sono i più cinematografici?

Ebola

Malattia da virus Ebola (EVD)La malattia da virus Ebola, EVD) è una malattia contagiosa, responsabile di un virus della famiglia dei Filoviridae. La malattia è caratterizzata da febbre grave, eruzioni cutanee e sanguinamento. Il tasso di mortalità dell'EVD è fino al 90%, ma durante l'ultima epidemia nel 2014 è stato mantenuto al 60-70%.

L'EVD non può essere contratto da goccioline trasportate dall'aria,si trasmette da persona a persona attraverso il contatto ravvicinato (attraverso lesioni sulla pelle o sulle mucose) con il sangue o le secrezioni di persone infette, comprese quelle decedute o imbalsamate. Per 50 giorni, un cadavere può essere pericoloso.

Dove è stato mostrato?

Il virus Ebola è entrato negli Stati Uniti nel 1989.La serie di sei episodi Hot Zone (2019) basata sul romanzo omonimo di Richard Preston, diretta da Michael Appendal, racconta questi eventi. Nella storia, il tenente Nancy Jax, moglie e madre di due bambini, rischia la vita, testando un campione di uno dei virus più letali al mondo. Per scoprire l'origine della sua insorgenza e prevenire un'epidemia della malattia negli Stati Uniti, Jax recluta il suo mentore, l'esperto di Ebola Dr. Wade Carter, per lo studio.

Cosa è successo in realtà?

La storia ufficiale del virus Ebola inizia nel 1976anno. Ma in effetti, nel 1989, è stato scoperto un virus negli Stati Uniti, a 6 km da Washington. È diventato il primo, dall'infezione con la quale è morto fino al 90% dei pazienti. L'ultima epidemia di Ebola è iniziata nel febbraio 2014 in Guinea ed è proseguita fino a dicembre 2015, espandendosi al di fuori del paese. Nell'ottobre 2014 è stato diagnosticato il primo caso di Ebola negli Stati Uniti.

Vaiolo

Il vaiolo è una malattia infettiva, ècausa il virus variola della famiglia Poxviridae. I primi sintomi sono febbre alta, mal di testa e mal di schiena. Quindi appare un'eruzione cutanea sulla pelle. Per secoli, il vaiolo è stata una delle peggiori epidemie al mondo, uccidendo fino al 30% delle vittime, la maggior parte delle quali erano bambini. Coloro che sono sopravvissuti hanno ricevuto l'immunità, ma sono stati sfigurati per tutta la vita e in alcuni casi sono rimasti ciechi.

Tuttavia, il vaiolo divenne una delle prime malattieche si è rivelato essere controllato con l'aiuto della vaccinazione. Nel 1967, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha lanciato un programma globale di vaccinazione contro il vaiolo e nel 1980 la malattia è stata ufficialmente dichiarata debellata.

Dove è stato mostrato?

Il film "Epidemic" (1971) di Roman Zalusskyparla dell'epidemia di vaiolo che colpì Wroclaw (Polonia) nel 1963. Il dottor Adam Ravich sta combattendo la malattia, è stato il primo a diagnosticarne i sintomi in un paziente. Ma all'inizio nessuno crede al dottore, e questo porta a conseguenze disastrose.

Cosa è successo in realtà?

La pittura di Zalussky si basa su eventi reali.Infatti, nel 1963, ci fu un'epidemia di vaiolo a Wroclaw. 99 persone si ammalarono in città, 7 di loro morirono. Il virus è stato accidentalmente portato con sé dallo scout Boniface Yedinak dopo un breve viaggio di lavoro in India. Arrivò il 25 maggio 1963 e quattro giorni dopo iniziò a lamentarsi di brividi, febbre alta ed eruzioni cutanee simili all'acne. Un medico di Wroclaw diagnosticò la malaria, ma per essere sicuro mandò Edinak all'Istituto di medicina tropicale di Danzica.

Sfortunatamente, gli specialisti locali si sono limitati aconferma della diagnosi e non si accorse che il paziente, oltre alla malaria, era ammalato di un vaiolo ben più grave. Questo errore ha innescato una catena di infezioni e ha portato a un'epidemia di vaiolo a Wroclaw. Era uno dei più grandi dell'Europa del dopoguerra.

Virus della rabbia

La rabbia è un'infezione virale acutamalattia causata dal virus della rabbia. Infetta sia l'uomo che gli animali. La malattia è incurabile e finisce sempre con la morte. Tuttavia, la rabbia ha una prevalenza e un'incidenza estremamente basse nei paesi sviluppati.

Si trasmette con la saliva quando viene morso da animali malati.La particolarità del virus è che si diffonde lungo le vie nervose, non esiste un esame del sangue per questo. Inoltre, la rabbia non causa alcun sintomo fino all'ultimo stadio. Se una persona viene morsa da un animale, gli viene immediatamente prescritta una terapia antivirale - un ciclo di immunizzazione (sei iniezioni nella spalla il giorno del morso, quindi il 3, 7, 14, 30 e 90 giorni dopo il contatto con il animale), e anche, se indicato, viene somministrata l'immunoglobulina antirabbica.

Dove è stato mostrato?

Gli spagnoli Jaume Balaguero e Paco Plaza hanno fatto un film"Reportage" (2007) nel genere horror. Secondo la trama, il giornalista è arrivato con l'operatore e i vigili del fuoco durante una normale chiamata a casa, dove si è sentito uno strano rumore dall'appartamento di una donna anziana sola. Di conseguenza, la maggior parte delle persone è stata morsa da persone infette dalla rabbia e la casa è stata rapidamente sigillata per prevenire la diffusione di un possibile virus. A Hollywood, sulla scia del successo del nastro, è stato girato un remake di "Quarantine".

Cosa è successo in realtà?

Secondo l'OMS, la trasmissione umanauna persona con un morso o con la saliva è teoricamente possibile, ma non è mai stata confermata. Lo stesso vale per le persone che si infettano mangiando carne cruda o latte di animali infetti. L'infezione è ancora possibile quando si tratta di trapianto (c'è stato un caso con trapianto di cornea).

Sul virus più rilevante oggigirare molti documentari. Tra questi c'è Coronavirus Explained, una serie di documentari di Netflix girata nel 2020. C'è anche "Cacciatori di virus" dell'autore del programma "Editoriale" Alexei Pivovarov. Un altro film documentario "Coronacrisis" parla dell'influenza della corona sull'economia nel suo insieme dei giornalisti russi. Forse in futuro, quando SARS-CoV-2 sarà ancora sconfitto, vedremo molti lungometraggi che, a modo loro, racconteranno ciò che sta accadendo sulla Terra da dicembre 2019. Ora la "trama" del COVID-19 si sta solo sviluppando e il mondo intero è in attesa di un epilogo.

Leggi di più

Il cercatore d'oro ha trovato un meteorite, che ha 4,6 miliardi di anni. Il ritrovamento si è rivelato più prezioso dell'oro

La fotocamera con una risoluzione di 3,2 miliardi di pixel mostrerà cosa è successo nel passato dell'universo

Il primo skyrmion è apparso in 3D